Una riqualificazione importante o uno scherzo di carnevale?

Di Ermanno Eandi

Prima o poi doveva accadere che luoghi importanti e dismessi da molto tempo, riaprissero con una veste e una attività diversa.  Da oltre cinque anni, il Cinema Arlecchino all’angolo tra Via  San Secondo e corso Sommelier, proietta l’abbandono di se stesso, da prestigioso cinema a un muto e sbarrato locale.

Attualmente è arrivata una proposta estremamente concreta, di fare sorgere al posto del cinema  un supermercato della catena  iN’s Discount, (un Hard Discount che vende prodotti a prezzi molto contenuti), il marchio  fa parte del gruppo Pam.

 iN’s Discount occuperà i 500 metri quadri del piano terra, mentre le due sale di proiezione del primo e del secondo piano  sono destinate ad altri usi. Probabilmente quella del primo piano sarà  a disposizione del Comune  di Torino per  200 giorni all’anno per eventi, convegni,  spettacoli e mostre che saranno realizzati in collaborazione con le associazioni culturali, mentre quella del secondo piano (500 mq) sarà adibita ad uffici.

Al primo sentire non  sembrerebbe una pessima notizia, anzi, ma invece, a quanto pare  le  opinioni sono contrastanti, e ci sono state molte proteste, presto riporteremo il pensiero di chi vive e lavora nel Borgo San Secondo per esaminare insieme i pro e i contro.

.

2 thoughts on “Al posto dell’Arlecchino un hard discount”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *